Nicolangelo Gelormini è un regista italiano.

Nato a Napoli, si diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia dopo la Laurea in Architettura.

Intraprende la strada del Cinema come assistente di Paolo Sorrentino (L’uomo in più, La notte lunga). Le sue prime regie sono in ambito musicale con Giorgia (Vivi Davvero, Ladra Di Vento) e la band belga dei Superlux (Fade To Grey).

Dal 2007 sintetizza la sua natura di regista e architetto ed inizia a realizzare documentari d’Arte e di Architettura. Tra questi: Qui del Dicibile per gli artisti Ariel Soulè e Simon Toparovsky (Getty Museum L.A.), La Casa del Fascio di Giuseppe Terragni (Premio Rotary), La Casa Planchart a Caracas di Giò Ponti e Le Abitazioni di Leonardo Ricci per Thomas Mann e Pierre Balmain.

Nel 2008 vince la Serata d’Onore di Rai Uno con il suo primo cortometraggio Caro Benzina, interpretato da Milena Vukotic, Beniamino Marcone e Nicola Nocella. Nel 2009 racconta il Natale a Napoli con il docu-reality Favorite! e dopo una breve parentesi nel mondo dell'animazione (dirige il cartoon Artigiana, proiettato al Museo del Cinema di Torino) nel 2010 partecipa con l'episodio My Madre al film collettivo Napoli24, prodotto da Nicola Giuliano, Angelo Curti, Giorgio Magliulo, distribuito dall'Istituto Luce: una panoramica su Napoli, attraverso 24 sguardi d'autore, con cui partecipa al 28° Torino Film Festival.

Il suo secondo cortometraggio Reset, interpretato da Giovanni Ludeno, vince la sezione principale del Raindance Film Festival (London UK) - Best Film of the Festival – e ottiene riconoscimenti anche al Corto Dorico, al Linea d’Ombra ed al Genova Film Festival.

Dal 2011 inizia a lavorare come docente esterno allo IED e al Centro Sperimentale di Cinematografia e nel 2012 ritorna al Raindance come giurato. Nel 2013 incontra Luca Ronconi per il quale firma gli interventi filmici del Santa Giovanna dei Macelli di Bertold Brecht, in scena al Piccolo di Milano ed allo State Academic Maly di Mosca. Lo stesso anno presenta alla 55° Biennale di Venezia Contempo, uno viaggio nell'arte contemporanea italiana che lo porterà a realizzare un ciclo di spot per la Notte dei Musei promossa dal Mibact. Nel 2014 si reca in Irpinia e realizza due documentari: Irpinia Che Guarda il Mare, con Andres Neumann, storico produttore di Pina Bausch, presentato al Giffoni Film Festival e Irpinia Madre, un affresco su Ettore Scola, Salvatore Ferragamo e Carlo Gesualdo, con interventi di Toni Servillo e Roberto De Simone. Cura la campagna promozionale del marchio Mastroberardino e realizza lo spot ufficiale del Ravello Festival.

Nel 2015 ritorna al videoclip e presenta alla 72° Mostra del Cinema di Venezia, nella sezione Giovani Autori Italiani, il video di All the Things, canzone scritta da David Lynch e interpretata da Chrysta Bell, musa di Lynch e protagonista della nuova stagione di Twin Peaks.

Tra i suoi ultimi lavori, lo spot del Museo MADRE di Napoli ed il film d'arte Le Umane Paure, presentato al MACRO di Roma ed allo Short Film Corner del Festival di Cannes 2017.

Nel 2018 realizza lo spot della Regione Campania Un Viaggio Lungo Un Anno ed è in giuria al Premio Arte Laguna di Venezia nella sezione Performance e Video Arte.

About

  • Twitter grigio pulito
  • Vimeo Clean Grigio
  • Pinterest Clean Grigio
  • Instagram Clean Grigio
  • Facebook Clean Grigio
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now